VANTAGGI DI UN BANCALE COIBENTATO


Analizziamo i vantaggi di un bancale coibentato, come vengono progettati e le operazioni di posa

Termobancale

Bancale non coibentato

5
9
8
1
4
6
8
9
10
14
15
16 (1)
16 (2)
17 (2)

Il sistema


Il sistema è costituito dal pannello isolante Schlüter®-KERDI-BOARD a cui viene applicato il rivestimento in ceramica, ricavato da lastre fino a 120x240. Il pannello, realizzato in schiuma di polistirene estruso, è impermeabile ed autoportante ed è direttamente piastrellabile. Il pannello è completamente planare e non è soggetto ad alcuna alterazione o deterioramento, è altamente stabile anche in caso di forti sollecitazioni termiche ed in presenza di umidità su un solo lato.

Coibentazione efficace


A fianco è riportato lo studio agli elementi finiti (FEM) del temobancale e del sistema tradizionale. E' stato svolto prevedendo una temperatura interna di 20°C ed una temperatura esterna di -5°C. Le indicazioni in figura riportano le temperature minime che si riscontrano sulla superficie interna. 

Progettiamo secondo le vostre esigenze

All'interno del nostro ufficio tecnico, realizziamo i particolari costruttivi che andremo a trattare; prima di realizzare i bancali, sottoponiamo al cliente e/o al progettista lo schema con cui i bancali verranno realizzati.


Adattabilità a tutte le esigenze

Grazie alla dimensione delle lastre da cui ricaviamo il rivestimento, fino a 120x240, riusciamo a realizzare elementi con un numero minimo di tagli; qui a fianco troviamo un bancale di più di 4 metri, in cui il rivestimento presenta un solo taglio! 

Sequenze di posa

Una volta che l'elemento prefabbricato arriva in cantiere si deve eseguire solamente il letto di posa con malta cementizia, a cui il bancale viene incollata "fresco su fresco" con adesivo C2TES1 ed idonea pendenza. Successivamente si procede alla posa del cappotto esterno e degli infissi.




© Copyright 2015. All Rights Reserved.